LE RADICI DEL REGGAE

Un uomo senza storia è come un albero senza radici

“RASTA MARLEY, LE RADICI DEL REGGAE” è uno studio che parte dall’analisi dei testi delle canzoni di Bob Marley per spiegare la storia della musica reggae e del movimento Rastafari, ed avvicinare il lettore al linguaggio patois giamaicano dei Rasta. Basta dare un’occhiata all’indice per capire di cosa si tratti. Nell’introduzione si spiegano alcuni concetti fondamentali (cosa significhino “Zion“, “Babylon“, “Exodus“, “Jah“, “Rastafari” ecc.). Seguono quattro capitoli: il primo sulla storia della Giamaica e del movimento Rastafari; il secondo, comprensivo di un minidizionario rasta – molto utile per chi ascolta il Reggae – sul linguaggio giamaicano (patois, creolo), e sul linguaggio dei testi sacri ai Rasta, ovvero la Bibbia e il Kebra Nagast. Il terzo è dedicato alla storia del Reggae e delle sue liriche, e alla vita di Robert Nesta Marley, in arte Bob. Il quarto svolge un approfondito confronto tra i testi di Bob e le sacre scritture. La seconda parte del libro comprende la traduzione ragionata e l’analisi dei testi di dodici canzoni di Marley, scelte come particolarmente esemplificative della filosofia Rastafari. Il commento delle liriche è di tipo narrativo: le canzoni divengono infatti un viaggio simbolico, rappresentando i vari passi che l’utopico ‘eroe Rasta’ deve compiere per portare a termine la sua missione: lasciare Babylon per ricongiungersi con Zion.

Bob Marley

Le pagine di “Rasta Marley” spiegano in modo semplice e abbastanza sintetico (ma non semplicistico) che cosa significhi RASTAFARI, e lo fanno attraverso le parole del Rasta più conosciuto al mondo, Bob Marley. In Italia esistono già alcuni libri su Bob, la sua biografia, la traduzione dei suoi testi; si trovano anche libri sul Reggae, sulla Giamaica e sull’Etiopia. Ma vi sono pochi libri realmente versatili e seri che affrontino il legame tra Reggae e Rasta analizzando a fondo le varie tematiche. Rasta Marley – Le radici del Reggae vuole offrire un quadro d’insieme, cercando il giusto equilibrio tra profondità e semplicità: infatti è un libro rivolto a tutti, che può avvicinare al Reggae chi non ne sa nulla, ma può anche, grazie soprattutto alle numerose note e agli approfondimenti, appassionare chi ha già affrontato altre letture sul tema. Va inoltre sottolineato che la quasi totalità dei testi pubblicati in italia sul Reggae sono traduzioni. Questo invece è un libro in italiano scritto da un giovane autore italiano, e pertanto può arrivare in modo più diretto al suo pubblico, grazie ai diversi riferimenti alla nostra storia e cultura: sia passata, per esempio riguardo alla guerra condotta da Mussolini contro Hailè Selassiè I, sia presente, parlando per esempio della recente organizzazione in Italia del festival Reggae più importante d’Europa, il Rototom Sunsplash.

La Regina del Sud sorgerà nel Giorno del Giudizio e condannerà e sconfiggerà questa generazione che non ha ascoltato la predica delle Mie parole: perché ella venne sin dai confini della terra, solo per ascoltare la saggezza di Salomone.

Kebra Nagast, La Bibbia segreta del Rastafari, cap. XXI.

Vediamo una nuova Etiopia, una nuova Africa, stendere le sue mani influenzando tutto il mondo, insegnando all’uomo il modo di vivere in pace, il modo di Dio.

Marcus Mosiah Garvey, da “Negro World”, Maggio 1923

Io, Hailè Selassiè I, Imperatore d’Etiopia, sono qui oggi per rivendicare quella giustizia che è dovuta al mio popolo, e l’assistenza promessaci otto mesi fa, quando cinquanta nazioni asserivano che l’aggressione commessa contro di noi (da parte dell’Italia) violava i trattati internazionali. (…) Sulle grandi Potenze che hanno promesso di garantire la sicurezza collettiva a Stati più piccoli, pesa la minaccia che possano anch’esse soffrire un giorno il destino dell’Etiopia; io chiedo, che provvedimenti intendete adottare?

Ras Tafari Makonnen Hailè Selassiè I, Discorso alla Società delle Nazioni,  Giugno 1936

INDICE

7 Premessa di Alberto Castelli

Bob Marley

PARTE PRIMA: LE RADICI

11 Prefazione

13 Introduzione

Marley e la filosofia di vita Rastafari

CAPITOLO I

20 Green, Giamaica. L’isola e i popoli che vi hanno abitato

CAPITOLO II

28 Gold, Rasta. Il movimento spirituale e le sue radici

CAPITOLO III

35 Il linguaggio giamaicano: tra inglese e creolo

CAPITOLO IV

41 Le scritture Rasta: tra Sacra Bibbia e Kebra Nagast

CAPITOLO V

49 Red, Reggae. Il genere musicale e i suoi legami

con l’isola

CAPITOLO VI

55 One Love: Robert Nesta Marley, poeta e profeta Rasta

CAPITOLO VII

63 Linguaggio Reggae, tra Words of wisdom e Songs of freedom

PARTE SECONDA: LA MUSICA

Rasta Marley, le radici del reggae

CAPITOLO VIII

75 Burnin’, 1973

77 8.1. Rastaman Chant

CAPITOLO IX

86 Rastaman Vibration, 1975

88 9.1. War

CAPITOLO X

97 Exodus, 1977

98 10.1. So Much Things to Say

106 10.2. Exodus

112 10.3. One Love – People Get Ready

CAPITOLO XI

121 Survival, 1979

122 11.1. Zimbabwe

129 11.2. Babylon System

134 11.3. Survival

141 11.4. Africa Unite

145 11.5. One Drop

152 11.6. Ride Natty Ride

CAPITOLO XII

Rasta Marley, the Lion of Reggae

165 Uprising, 1980

166 12.1. Redemption song

176 Conclusioni: Rasta Marley

179 Reggae today

193 Appendice

201 Filmografia Rastafari

209 Discografia

215 Bibliografia

Un uomo senza storia è come un albero senza radici

(Marcus Mosiah Garvey)

Annunci

Una Risposta

  1. Rasta Love

    1 aprile 2011 alle 20:22

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...